Nel reparto di neonatologia

Quando una coppia si trova ad affrontare una nascita prematura, ci sono dei momenti che assumono particolare rilevanza nel percorso che i genitori, anche loro “prematuri”, dovranno affrontare.

La nascita prematura può essere annunciata e quindi la coppia può avere il tempo, anche

se breve, di tentare di prepararsi ad affrontare questo evento, oppure può essere

inaspettata e quindi alle famiglie può accadere di ritrovarsi catapultati nella Terapia Intensiva Neonatale (TIN).

In entrambi le situazioni il personale della TIN si fa carico di quelli che sono i bisogni e le aspettative della famiglia e mette in campo una serie di strategie per accompagnarla durante il ricovero.

Nel caso di una nascita pretermine “annunciata” il neonatologo incontra la coppia di genitori già durante la gravidanza, durante i colloqui vengono fornite le informazioni sul reparto e sul percorso che il neonato e la famiglia dovranno affrontare.

Poi, subito dopo la nascita e durante tutto il periodo del ricovero presso l'IRCCS Burlo Garofolo di Trieste i genitori hanno libero accesso al reparto nell’arco di tutte le 24 ore e possono parlare in qualsiasi momento con il personale infermieristico e medico. Per garantire un’informazione più completa vengono consegnati degli opuscoli informativi.

SCRICCIOLO ASSOCIAZIONE promuove e sostiene alcune iniziative a sostegno delle famiglie già all’interno del reparto.

LA PSICOLOGA

Dal mese di gennaio 2020, SCRICCIOLO sosterrà i costi per garantire la presenza giornaliera di una psicologa, con esperienza in ambito neonatale, per rispondere alle esigenze delle famiglie dei piccoli ricoverati.

La psicologa opererà in continuità con i professionisti del reparto con l'obiettivo di accogliere, condividere e contenere le ansie dei genitori e dei familiari, sostenere i momenti di comunicazione diagnostica, promuovere nei famigliari del neonato ricoverato le capacità di attivare le strategie utili al contenimento dello stress, che una tale esperienza determina, sviluppare le competenze in termini di conoscenza e consapevolezza rispetto al percorso di ricovero ed, eventualmente, alla sua futura gestione.

LE RIUNIONI

Durante il ricovero si organizzano gli incontri per i genitori, a cui partecipa il personale del reparto (medici, infermieri, fisioterapista) la psicologa e un rappresentante dell’Associazione.

Durante i meeting possono essere trattati argomenti specifici dell’assistenza al neonato prematuro, oppure si può discutere dei dubbi, delle paure, dei problemi presentati dai genitori dei neonati ricoverati.

Scricciolo Associazione ha scelto di sostenere questi servizi integrativi a quelli offerti dall'ospedale, in quanto, come riportato dalla letteratura scientifica, la presenza di un supporto e di un'attenzione non solo di carattere clinico assistenziale, ma anche psicologico, permetterà di ottenere migliori risultati in termini di sviluppo neurocognitivo per i neonati, nonché, a lungo termine, una minore incidenza di problematiche

psicologiche o psichiatriche per i loro genitori.

Per approfondire puoi leggere la presentazione: in reparto - Cont

GREEN TIN UNA SCELTA VERDE PER LA NEONATOLOGIA

E’ iniziato nel 2019 il percorso che SCRICCIOLO ASSOCIAZIONE ha intrapreso assieme al reparto di Neonatologia. Un percorso di politica ambientale, nella consapevolezza che la tutela delle risorse naturali del nostro Pianeta permetterà alle prossime generazioni di vivere in un futuro migliore.

Soprattutto lo abbiamo fatto perchè nasce dalle idee del personale del reparto e crediamo che le buone idee vadano aiutate.

Il primo passo è stato sostenere il reparto nel sostituire i biberon di plastica usa e getta con i biberon di vetro riutilizzabili, dopo essere sottoposti ad accurata pulizia e sterilizzazione. Abbiamo così acquistato il necessario per eseguire la pulizia con strumenti idonei.

Ed infine, lo abbiamo fatto perchè siamo convinti che i bambini possano trarne beneficio, per la qualità dei prodotti, la loro ergonomicità, comodità e anche bellezza.

La sostituzione dei biberon monouso in plastica, con biberon in vetro, ha consentito di diminuire i costi per l’acquisto del materiale e di ridurre la produzione di rifiuti pari a 1 TONNELLATA/ANNO.

Per continuare in questo percorso, Scricciolo ha potuto contare sul sostegno di persone e aziende

particolarmente sensibili e attente, è nata così anche la collaborazione con la Camera di Commercio di Trieste.

L’Ente triestino aderisce alla campagna TREEDOM , piattaforma web che permette di piantare un albero a distanza e seguirne la crescita e lo sviluppo online. Ogni albero ha una sua pagina elettronica, viene geolocalizzato, fotografato e monitorato nel corso del tempo.

TREEDOM finanzia i contadini che vogliono piantare alberi, sostenendo il loro lavoro nei primi anni, al fine di realizzare ecosistemi sostenibili e permettere a migliaia di lavoratori di far fronte ai costi iniziali della piantumazione di nuovi alberi, garantendo nel tempo sovranità alimentare ed opportunità di reddito. La Camera di Commercio di Trieste, tramite Scricciolo, dona un albero ad ogni bambina e bambino ricoverato in Neonatologia e a poco a poco sta crescendo LA FORESTA DI SCRICCIOLO. L’impresa sta proseguendo e l’ultimo contributo è l’acquisto di un erogatore d’acqua, che si collega alla rete idrica, così da eliminare l’ordine di centinaia di bottigliette di acqua per le mamme e per il personale del reparto di Neonatologia. Il dispenser fornisce acqua naturale e acqua frizzante, contestualmente per eliminare anche il consumo dei bicchieri monouso è possibile, con una piccola donazione, dotarsi delle borracce di SCRICCIOLO.

poster green tin.JPG